26 luglio 2011

Artisti europei all'Esposizione del 1911


Artisti Europei a Roma nel 1911

Museo Andersen

Fino al 2 Ottobre 2011

Mostra a cura di Matilde Amaturo

La mostra Artisti Europei a Roma nel 1911 illustra attraverso 24 dipinti di altrettanti artisti, quella "produzione artistica contemporanea" che fu aspirazione e speranza della grandiosa operazione culturale del 1911 avvenuta in coincidenza con il cinquantenario dell'unità d'Italia e nell'ambito dell'Esposizione che si tenne a Roma. Alcuni dei dipinti acquisiti dalla Galleria Nazionale d'Arte Moderna ed esposti al Museo Andersen, furono rappresentativi delle varie nazioni partecipanti all'Esposizione, suddivisi nei singoli padiglioni, e oggi testimonianze di un'epoca.
Il percorso della mostra si snoda seguendo tre tematiche o filoni centrali per gli artisti del tempo: il corpo femminile, il paesaggio e l'identità.
Nel tentativo di superare l'accademismo, negli anni del preludio del fenomeno delle avanguardie si predilige una rappresentazione in chiave psicologica e introspettiva, specie per soggetti femminili.
Il dato naturalistico, all'interno del paesaggio, perde l'accenno romantico. Il dettaglio tende a sparire senza annullare la costante emotiva e personale tracciata dall'artista che ora guarda la natura con maggiore disincanto.
Varie le opere che testimoniano un'identità, attraverso i ritratti e la cosiddetta pittura di genere che propone scene e momenti di vita quotidiana, campestre o in ambienti borghesi. Si incontrano Le musicanti avvolte nell'ombra di Dreyfus, l'assorta e piccola Lettrice di Marta Stettler, e tra un Ritratto di mia sorella (Elizabeth Chaplin) e una Rammendatrice ungherese (Izsák Perlmutter) non manca una pausa, da dedicare a Il tè della domenica di Igor E. Grabar.


Nessun commento:

Posta un commento