19 aprile 2012

Mastroianni in viaggio sul Continente

Stanno tutti bene è un film di Giuseppe Tornatore che ha per protagonista Marcello Mastroianni nella parte di un anziano vedovo della provincia di Trapani.
Matteo Scuro, padre di cinque figli, dopo l'ennesima telefonata a cui segue un dialogo muto con la segreteria telefonica,  decide di sbarcare sul Continente per riallacciare la comunicazione interrotta. Il suo primo viaggio in treno percorre paesaggi costeggiati da case costruite a ridosso del mare, mentre le città dove risiedono i figli (in ordine Napoli, Roma, Firenze, Milano, Torino), sono centri riconoscibili e quasi immutati (il film è ambientato negli anni Novanta).
A Milano un display indica il prossimo derby del Milan e le decisioni sugli schieramenti in campo prese dall'allenatore Arrigo Sacchi. A Napoli Leo Gullotta sale sui tetti e minaccia di staccare tutte le antenne televisive se non gli si dà un miliardo... A Roma le strade di fronte alla Piramide Cestia somigliano a quelle di oggi (a parte il fatto che nel film c'erano i vecchi modelli FIAT).
Ingenuo e fiero alla partenza, Matteo Scuro si ritrova nelle case e nelle vite dei figli e delle rispettive famiglie, aprendo così gli occhi, nascosti dietro le spesse lenti, su quelle che sono state le sue aspettative come genitore e su quanto queste abbiano condizionato i legami attuali con loro.
Il film contiene molti riferimenti onirici. Le musiche sono di Ennio Morricone.

Nessun commento:

Posta un commento