23 luglio 2015

Luca Grecchi. Perché non possiamo non dirci Greci



Luca Grecchi, Perché non possiamo non dirci Greci. Editrice petite plaisance 


Segnalo volentieri questo testo, perché in origine mi ha ispirata il titolo che è una esplicita premessa dei contenuti e della loro attualità alla luce delle nostre radici e origini come europei.

Questo testo costituisce una sintesi della complessiva interpretazione delle radici greche del pensiero occidentale, svolta da Luca Grecchi, e messa in relazione con l'interpretazione delle radici cristiane operata da Benedetto Croce. Il libro mostra la contemporaneità della filosofia greca classica, che, in quanto tale, rimane una più che valida e moderna proposta per la guida del nostro tempo, così incerto e frammentario. Il testo assume inoltre una posizione critica verso alcune riproposizioni attualizzanti di autori di epoca ellenistica, come Epicuro e Luciano di Samosata e contiene in appendice una difesa di Socrate, Platone e Aristotele.

Ringrazio l'Associazione culturale senza fini di lucro Petite Plaisance per le informazioni e l'anteprima del testo che leggerò avidamente. Perché anche una piccola realtà editoriale in linea con una tradizione autentica e di qualità, può promuovere letture di valore e interesse collettivo.


In copertina: Testa di Ulisse, Museo Archeologico Nazionale di Sperlonga

Petite Plaisance

www.petiteplaisance.it

Nessun commento:

Posta un commento